Il budget come opportunità

Lecco, agosto 2016.
Lecco, agosto 2016 (foto di Annamaria).

Un budget limitato può essere una grande opportunità quando si viaggia. Avete mai pensato alle lunghe coincidenze di certi voli low cost? Con una buona dose di informazione e organizzazione, possiamo sfruttarle per visitare più posti o semplicemente per assistere a un concerto o fare una cena assaggiando il piatto tipico della località in cui abbiamo dovuto fermarci in attesa del volo successivo. Tutto dipende dal tempo che abbiamo a disposizione durante il nostro viaggio, dalla durata dello scalo e dalla possibilità di uscire dall’aeroporto, legata anche alla necessità di eventuali visti.

Vediamo un esempio interessante in Italia.

Da Malpensa a Orio al Serio col pensiero… lineare

Il volo di ritorno dagli Stati Uniti ci lascia a Milano Malpensa e siamo costretti a pernottare prima di poter rientrare con un volo molto economico da Bergamo Orio al Serio il pomeriggio successivo. Il pensiero lineare ci suggerisce di pernottare o a Milano o a Bergamo, raggiungendo la prima col bus a 8€ e la seconda con lo shuttle a 18€ (al massimo 16€ con qualche offerta online, oppure treno+treno). La scelta tra Milano e Bergamo dipenderà dai prezzi del transfer e degli hotel. A Milano, l’hotel più economico diciamo per la data del 10 settembre (che è un sabato ed è quindi piuttosto costosa) è 89€, si trova sui Navigli, quindi dobbiamo considerare anche il biglietto della metro da e per la Stazione Centrale (c’è anche qualche camera in appartamento a 60€ dove però è richiesto un costo aggiuntivo di 30€ per le pulizie, quindi attenzione!). A Bergamo, l’hotel più conveniente per la stessa data è a 57€ (con bagno in camera), a cui devo aggiungere i 18€ di transfer e 2,30 dalla stazione di Bergamo all’aeroporto di Orio al Serio. Bergamo Alta, con una delle piazze più belle d’Europa, è molto bella e, se non l’abbiamo ancora visitata, possiamo approfittarne.

Ma c’è anche un altro modo di pensare.

Una tappa intermedia con pensiero… divergente

Quel ramo del Lago di Como (agosto 2016).
Quel ramo del Lago di Como (parole di Alessandro, foto di Annamaria, agosto 2016).

Il pensiero creativo, infatti, quello che sviluppa percorsi autonomi, mi restituisce questa ipotesi: da Malpensa andare a Milano (8€) e di là a Lecco (4,80€), sul lago di Como (se non l’avete ancora visto), così che il giorno dopo in neanche un’ora e con pochi euro (3,60€) saremo alla stazione di Bergamo e di là in aeroporto (2,30€). A Lecco per la notte del 10 settembre si trovano soluzioni intorno ai 60€ (anche sotto i 50€, in date diverse) con ottime recensioni. Esercizi liberi qui: Booking Expedia.

Se abbiamo tempo, se la durata dello scalo ce lo consente, è un gran lusso poter visitare una località deliziosa mai vista prima, combinando curiosità e risparmio.

SHARE
Previous articleMiAmi, Cuba? Ecco i primi voli economici per venire da te!
Next articleOgnissanti e Natale con Freddie su Tripsta
Annamaria è una fotografa anarchica nel senso che non sa fotografare e non aspira alla carriera, ma ama viaggiare e, nel tentativo di fissare negli occhi l’anima dei luoghi visitati, scatta ogni volta migliaia di inutili foto alla ricerca del momento topico. Insegna, con più impegno e fortuna, lingua e letteratura inglese presso un liceo della riviera adriatica (trascorrendovi la stagione invernale visto che d'estate preferisce viaggiare). Nel 2015 ha concluso il giro dei 5 continenti, visitando, tra l’altro, Singapore, il Vietnam, l’Australia e la Nuova Zelanda.