Inauguriamo oggi uno spazio dedicato agli haiku di viaggio e altri divertissement letterari.

L’haiku è un’antica poesia giapponese dalla metrica fissa:

3 versi rispettivamente di 5, 7, e di nuovo 5 sillabe per un totale di 17.

Ogni haiku fissa uno stato d’animo citando immagini circostanti e in poco spazio racconta molto perché, pur sembrando leggero, è molto profondo.

Proprio in virtù di questa profondità, nel link dietro ogni verso, il lettore scoprirà qualcosa di relativo al tema generale trattato dall’haiku: un’offerta da acchiappare al… volo, un hotel interessante, una curiosità o una notizia utile.

Con China Eastern

porterò in capsula

sushi e sashimi

© Annamaria

Buon Giappone!

SHARE
Previous articleI 3 migliori libri di hacker di viaggio (per chi mastica l’inglese)
Next articleOh, APPy day! Le 10 migliori app per viaggiare sereni
Annamaria è una fotografa anarchica nel senso che non sa fotografare e non aspira alla carriera, ma ama viaggiare e, nel tentativo di fissare negli occhi l’anima dei luoghi visitati, scatta ogni volta migliaia di inutili foto alla ricerca del momento topico. Insegna, con più impegno e fortuna, lingua e letteratura inglese presso un liceo della riviera adriatica (trascorrendovi la stagione invernale visto che d'estate preferisce viaggiare). Nel 2015 ha concluso il giro dei 5 continenti, visitando, tra l’altro, Singapore, il Vietnam, l’Australia e la Nuova Zelanda.

1 COMMENT

LEAVE A REPLY